Torna a News

Mediazione civile e commerciale: Toscana prima Regione in Italia

16 GIUGNO 2014

Firenze02

Ecco dei nuovi dati relativi alla Mediazione civile e commerciale: è la Toscana, la Regione italiana in cui l’istituzione della mediazione obbligatoria sembra funzionare di più.

I dati emergono dal Report 2013 dell’Osservatorio di Gextra, società del Gruppo Italfondiario specializzata nel recupero crediti, dal quale si evince che gli accordi raggiunti nella nostra Regione tramite la mediazione civile superano una percentuale del 53%.

I dati presentati dall’Osservatorio Gextra, assunti dal Ministero Giustizia – D.O.G. Direzione Generale di Statistica, descrivono anche quali sono i motivi più frequenti di liti finite in mediazione: “Nei primi 9 mesi del 2013 i toscani hanno litigato soprattutto per i contratti bancari e sulla locazione, seguono proprietà, pegno, ipoteca, uso, l’usufrutto, enfiteusi, superficie, abitazione e servitù e le controversie condominiali.Ci sono poi i litigi per il risarcimento danni legato alla circolazione di veicoli, per i contratti assicurativi, le successioni ereditarie, il risarcimento danni da responsabilità medica e sanitaria e la divisione.

“La mediazione – commenta Francesca Carafa, presidente e amministratore delegato di Gextra – deve essere definita entro un arco temporale di 3 mesi e l’accordo raggiunto con l’assistenza dei legali non è impugnabile. Con il decreto ingiuntivo del Tribunale, invece, per recuperare un credito possono passare tra 2 e 4 anni”.

Nei procedimenti di mediazione civile, sulla base dei dati forniti dal Ministero, le parti raggiungono un accordo più facilmente se l’importo della controversia è basso. L’esito della mediazione è positivo per importi fino a mille euro, addirittura la percentuale sale per importi tra mille e 5 mila Euro. Per contro sopra i 5 mila euro più sale importo più scende l’esito positivo.


Fonte: Ministero Giustizia – D.O.G. Direzione Generale di Statistica

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *